Consulta le classifiche calcio free

Home / Ciclismo

Arriva il Giro d’Italia

La Savona - Cervere

Presentata a Cavallermaggiore la tappa in programma venerdì 18 maggio

 

CAVALLERMAGGIORE – Negli accoglienti locali della discoteca “Evita” di Cavallermaggiore venerdì 30 marzo, davanti ad una numerosa cornice di folla appassionata dello sport del pedale, è stata presentata la tredicesima tappa del 95° Giro d’Italia. L’evento accadrà venerdì 18 maggio con la disputa della “Savona – Cervere” di km. 121, una frazione tra le più brevi del Giro 2012 che partirà sabato 5 maggio dalla Danimarca.
Cervere, per un giorno, diventerà la capitale mondiale del grande ciclismo. Franco Graglia - primo cittadino del piccolo centro della pianura cuneese – ha affermato : “E’ un sogno che si avvera, un evento che certamente scriverà un pezzo di storia del nostro paese”.
Sarà, senza ombra di dubbio, una vetrina internazionale che nessun’altra manifestazione potrebbe offrire: si prevedono 900 milioni di telespettatori collegati in diretta o in differita da 167 nazioni di tutto il mondo e decine di migliaia di spettatori che assisteranno alla tappa dal vivo.
Si partirà in tarda mattinata da Savona e si arriverà nella “capitale del porro” a metà pomeriggio. Subito dopo la partenza dal capoluogo di provincia ligure, la carovana rosa lascerà il mare per addentrarsi nel’entroterra savonese, iniziando a salire sino ad affrontare l’unico Gran Premio della Montagna di giornata posto ai 734 mt. d’altitudine, al confine tra Liguria e Piemonte. Entrati in provincia di Cuneo, i corridori scenderanno su Ceva, Lesegno, per poi risalire ai 512 metri del Santuario di Vicoforte e, successivamente, toccare Mondovì. Quindi il percorso svolterà ad est transitando a Magliano Alpi, Carrù e Piozzo. Raggiungerà le Langhe salendo ai 300 metri di Dogliani per poi seguire la fondovalle del Tanaro sino all’erta di Cherasco, penultimo trampolino per chi vorrà evitare una volata di gruppo. L’ultima ascesa, ad una manciata di chilometri dal traguardo, sarà la salita su Roreto, laddove la corsa si innesterà sulla ex statale 231 prima di approdare sul lungo rettilineo di Cervere.
La “Savona – Cervere” , tappa breve e nervosa, sarà una frazione adatta ai velocisti, anche perchè sarà la loro ultima occasione favorevole prima del tappone “Cherasco – Cervinia” che i “girini” affronteranno il giorno successivo con arrivo in quota ai 2000 metri della ridente località della Valle d’Aosta, dopo aver scalato il Col de Joux (1.640 mt).
franco bonis      
 

© Copyright 2016 SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Via Parrà, 9 - Saluzzo - P.Iva/Cf. 01893690048 - Registro Imprese di CN n. 01893690048 - Rea n.CN-142932