Consulta le classifiche calcio free

Home / Alpinismo

Intorno al Monte Bianco

Bertinetto all’Ultra Trail

Il revellese ha portato a termine la competizione di oltre 90 chilometri

 A cavallo dell’ultimo week end di agosto ha preso il via il gruppo di gare ultra trail intorno al Monte Bianco. Lo sviluppo delle 4 competizioni nella località della vetta più alta d’Europa è considerato il più importante e duro del mondo. Sono state tante le iscrizioni, oltre 5400 atleti provenienti da più di cinquanta nazioni. Le Petite Trotte a Leon (PTL) di 300 km. con 80 squadre di 2-3 persone ciascuna. L’Ultra Trail du Mont Blanc (UTMB) e i suoi 167 km con 2300 iscritti. Sur le Traces des Ducs de Savoie (TDS) di 110 km. con 1200 iscritti. Infine la Courmayer-Champex-Chamonix(CCC) di 99 km. con 1900 iscritti.

Tra i partecipanti anche il revellese Bartolomeo Davide Bertinetto.
L’ultra trail du Mont Blanc dal lato francese assume proporzioni mediatiche interessanti, tanto utilizzare costantemente l’elicottero per la ripresa dei primi concorrenti. «E’ stato bello – ha detto Bertinetto - vedere questa macchina spuntare in modo ravvicinato ed all’improvviso da dietro le vette, per poi sfrecciare ripetutamente in altri punti della lunghissima fila di ultra trailers».
La parte dei leoni l’hanno fatta i francesi con il più alto numero di partecipanti, seguiti da svizzeri, spagnoli, tedeschi, inglesi, americani, africani, giapponesi ed anche italiani.
Al momento della partenza molti presentatori hanno saputo animare ed illustrare, nelle lingue più diffuse (in traduzione simultanea), cosa significa prendere parte alle gare del Monte Bianco.
Le quattro competizioni ultra trail presentano particolarità differenti, per questo la PTS è caratterizzata dalla partecipazione obbligatoria in squadre composte da almeno 2 persone, senza graduatoria, perché l’importante è arrivare, attraversando dislivelli complessivi di 24000 m.
L’UTMB, la più importante e famosa del gruppo, si sviluppa tutt’attorno al Monte Bianco, da completare in solitaria con 19000 m. di dislivello complessivo; il vincitore è stato, per la terza volta, lo spagnolo Kilian Jornet Burgada, con il tempo di 20h36’.
Ancora la TDS, con i suoi 110 km. per 14200 m. di dislivello totale, è stata dominata da Franck Bussiere in 15h51’.
Infine la CCC, con 99 km. e 11200 m. di dislivello totale, vinta dal francese Emmanuel Gault in 10h10’. Tutte le gare abbracciavano 3 nazioni con il loro percorso: Francia, Svizzera ed Italia. Inoltre ogni ultra trail era da svolgere rigorosamente a tappa unica.
«Io ho partecipato alla versione CCC, terminandola in 17h56’. Decine di pullman hanno trasportato i numerosi atleti provenienti da tutto il mondo da Chamonix (lougo centrale dell’evento) a Courmayeur per la partenza fissata alle 10 del mattino.
Tanto era alto il numero degli ultra trailers che l’organizzazione ha deciso di spezzare il gruppo in tre tronconi da oltre 600 persone ciascuno, per garantire una partenza agevole. La fila per i primi 50 km. è rimasta molto compatta, non permettendo sorpassi e variazioni di velocità lungo gli stretti sentieri montani. È stato solo dopo Champex che il gruppo ha iniziato a diradarsi permettendo aumenti di velocità.
Solitamente negli ultra trail è dopo aver superato la metà della percorrenza che, chi “non ne ha più”, cede il passo per lasciare proseguire quelli più preparati... Dopo il 65° km, al calare della notte, è iniziato il già previsto maltempo che tutti speravano non arrivasse. L’organizzazione, a causa della cattive previsioni meteo, ha pensato di ridurre la gara da 99 a 93 km., poco prima della partenza. Così, una pioggia costante (che a tratti sembrava volesse diventare neve), vento forte e tanto freddo, hanno accompagnato gli ultra trailers verso il traguardo d’arrivo a Chamonix».
Ma le novità per il dinamico revellese non finiscono qui. Come già accennato mesi fa, finalmente sabato 24 settembre prenderà il via una serie di sei allenamenti/corso in Valle Po per le lunghe distanze da completare a piedi, con equipaggiamento obbligatorio, iniziando da percorsi brevi (25km) per arrivare, poco alla volta, a vere distanze ultratrail (80 km).
Per informazioni visitare il sito web http://digilander.libero.it/tempiodelfitness, oppure contattare la Palestra Tempio del Fitness di Revello. L’obbiettivo è quello di formare atleti, insegnando loro a risparmiare risorse mantenendo alta la prestazione. Una vera scuola per non fallire l’obbiettivo di completare una distanza estrema a piedi. I partecipanti potranno comprendere che per imparare a terminare distanze ’ultra’ in collina e montagna, serve una certa dose di strategia più che una preparazione fisica fuori dall’ordinario.
La speranza è quella di riuscire ad ingrandire il bacino d’utenza rivolto alla disciplina ultra trail, soprattutto in virtù degli stupendi paesaggi montani delle valli che si affacciano sul saluzzese.

© Copyright 2016 SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Via Parrà, 9 - Saluzzo - P.Iva/Cf. 01893690048 - Registro Imprese di CN n. 01893690048 - Rea n.CN-142932