Consulta le classifiche calcio free

Home / Arti marziali

Guantoni tricolori

Successo a Barge

41 donne sono salite sul ring per il titolo italiano

 BARGE - Archiviati i Campionati italiani assoluti femminili di boxe che si sono svolti nel fine settimana al palazzetto dello sport di Barge, un’aria di soddisfazione ed euforia pervade ancora il palazzetto dello sport, mentre si abbassano le luci e il pubblico lascia le gradinate. Soddisfazione reale per Bruno Vottero e la palestra Fitness, organizzatrice dell’evento, un successo totale, per il pubblico, per gli ospiti intervenuti e per l’organizzazione, nonché per le 41 partecipanti, che hanno dato vita ad uno spettacolo vero e avvincente, più che degno della grandezza della manifestazione.

Sabato, giornata di semifinali, nove incontri intensi ed appassionanti di fronte ad un folto pubblico, da segnalare l’ottima semifinale che ha visto sul ring Ilaria Stivanell e Althea Ciminiello, quest’ultima che guadagna l’ingresso in finale dopo un match durissimo che ha infiammato tutto il parterre, riscaldando gli animi in attesa delle categorie superiori dove, oltre a tecnica e tattica, entra in gioco anche l’esperienza.
Domenica 18 settembre le finali di categoria: il pubblico giunge in massa a riempire il palazzetto di Barge; a bordo ring ospiti d’eccezione il sindaco Luca Colombatto, l’assessore provinciale Giuseppe Lauria, il vice presidente della Federazione pugilistica Alberto Brasca con Walter Borghino ed Elisabetta Patroncino, per la commissione tecnica Vittorio Lai, Sergio Rosa, Salvatore Melluzzo e Gianni Di Leo e il tecnico della nazionale femminile Cesare Frontaloni.
Cominciano le ragazze della categoria 45-48 kg.: incontro a senso unico con Sabrina Marconi che vince nettamente per 26-7 su Sara Pizzi; cat. 51kg Valeria Calabrese mantiene il titolo battendo Terry Gordini 10-6; nei 54 kg match intenso tra Eva Magno e Althea Ciminiello, che conquista il tricolore vincendo ai punti 11-8; per la categoria 57 kg. Marzia Verrecchia sconfigge Elga Comastri per 8-7, dopo un incontro molto equilibrato; Marzia Davide si guadagna l’oro italiano battendo 14-8 Romina Marenda nei 60 kg.; l’unica piemontese arrivata in finale, Laura Passatore, della Boxe Chieri, nulla può contro la campionessa in carica dei 64 kg. Annunziata Patti che, fin da subito, riesce a prendere la testa e a vincere 17-10.
Ultimi due incontri davvero infuocati: altissimo il livello tecnico nei 69 kg., dove Silvia Bortot riesce a conquistare il titolo con uno sprint nell’ultima ripresa su Sara Corazza per 13-8; avvincente e spettacolare l’incontro dei 75 kg., deciso solo dalla preferenza dei giudici dopo 4 round terminati col punteggio di 23 a 23; Anna Lisa Ghilardi si laurea campionessa italiana elite battendo Patrizia Pilo.
Uno sguardo alla femminilità delle atlete per la consegna del titolo di Miss Guanto Rosa, l’affascinante Romina Marenda riceve la coroncina di miss dalle manine della piccola Linda, figlia di Bruno Vottero, mentre Michela Perassi, insieme al marito Walter Buniva ed al piccolo Nicolò, consegna ad Annunziata Patti il premio di migliore atleta del torneo, premio intitolato all’indimenticabile cavalier Perassi.
catiuscia ciucci

© Copyright 2016 SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Via Parrà, 9 - Saluzzo - P.Iva/Cf. 01893690048 - Registro Imprese di CN n. 01893690048 - Rea n.CN-142932